Il Festival

Il PhotoFestival “Attraverso le Pieghe del Tempo”, conosciuto al grande pubblico anche come NettunoPhotoFestival,  è il nome della rassegna annuale, giunta alla  quarta edizione e idata e curata dall’Associazione Culturale “Occhio dell’Arte” nella persona della sua Presidente Lisa Bernardini, che fra i suoi scopi ha quelli di promuovere eventi culturali connessi ad opere di solidarietà sociale. 

Ospitata nella spettacolare sede del cinquecentesco Forte Sangallo e promossa in collaborazione con il comune di Nettuno, la rassegna prevede diverse occasioni di incontro e di confronto fra fotografia, poesia e musica in un programma che si svolge in genere nelle ultime due settimane di Agosto.

Nell’anno 2014  : dal 19 Agosto al 31 Agosto

19 Agosto - 31 Agosto 2014

Lisa Bernardini

La nostra filosofia

Novella Calligaris – Premio Gensini alla Carriera ed. 2014

Molti sono i personaggi noti al grande pubblico che premiamo durante ogni edizione e che accettano di partecipare alla nostra rassegna per la stessa forte motivazione sottesa al festival: un momento artistico condiviso e intimamente collegato ad una azione benefica (viene ospitata ogni edizione una diversa  Onlus a fini conoscitivi e per la quale viene raccomandata una libera e individuale donazione volontaria).

In pratica, grazie ad  un appuntamento artistico di rilievo, aiutiamo  a richiamare l’attenzione dei media  su missions concrete orientate alla solidarietà: non siamo raccoglitori diretti di fondi, bensi’ un tramite volontario che conferisce alla fotografia, alla musica e alla poesia anche un ruolo socialmente attivo

La Sede

Forte Sangallo – Nettuno 

Il Festival è ospitato nello splendido Forte Sangallo in Nettuno, che fu costruito tra il 1501 e il 1503 da Antonio da Sangallo su progetto di Giuliano Giamberti, per volere di Cesare Borgia. Nelle trabeazioni interne alcuni intravedono addirittura  la mano del Bramante. La  fortezza si regge a dominio del mare su di una struttura quadrangolare di 320 metri quadrati ed è munita di quattro baluardi perfettamente squadrati. Le mura hanno lo spessore di 5 metri, l’altezza varia dai 18 ai 25 metri. Dopo i Borgia, sono i Colonna a possedere il Forte fino al 1594, quando lo cedono alla Camera Apostolica. Dopo alterne vicende, il castello passa ai principi Borghese nel 1831. Oggi l’edificio, di proprietà comunale, è sede del “Museo dello Sbarco Alleato” e dell’ Antiquarium, di convegni e mostre d’Arte. Il Comune di Nettuno, dietro un progetto presentato dall’Associazione Occhio dell’Arte, riconosce l’importanza della rassegna sia dal punto di vista artistico che dei valori di solidarieta’ trasmessi alla cittadinanza,  e gratuitamente concede , per i giorni di durata della rassegna, questo gioiello d’arte come spazio di accoglienza del NettunoPhotoFestival.