Introduzione, saluto dal palco delle Autorità comunali, varo effettivo della rassegna ed. 2014

Presenta la serata la giornalista e conduttrice Antonella Appiano


 

Presentazione del Calendario solidale 2015

di LEONARDO SANTOLI ed EZIO ALESSIO GENSINI Introduzione con il video-clip “Com’è profondo il mare” 

Iniziativa a favore dell’AVIS comunale Anzio-Nettuno

 

INTERPRETATO DA:

Lucio Dalla, Pia, Franco Battiato, Fiorella Mannoia, Iskra, Roberto Ferri, Marco Alemanno, Ron, Vincenzo Capezzuto, Maddy Cattaneo, Gianni Morandi e Ivano Fossati.

Realizzato da Gabriel Zagni e tratto da “Ti amo anche se non so chi sei”, disco nato per iniziativa di Marinella e Roberto Ferri con il supporto e la supervisione artistica di Franco Battiato.

Prose e testi di Roberto Ferri letti dall’attrice Cathy Marchand

Premi Speciali nella serata: Cathy Marchand e Prof. Antonio Daniele Pinna  

Le migliori canzoni di Roberto Ferri Interpretate con basi dallo stesso autore.

Consegna del Premio Piero Gensini “Parole d’Autore” 2014 a Roberto Ferri Consegna Premio Piero Gensini per la “Musica 2014” a Franco Battiato

 

GLI ESORDI E GLI ANNI 80
Roberto Ferri nasce artisticamente quando entra a far parte della scuderia di Mina, la Pdu, per la quale incide quattro 45 giri.
Incide per l’Ariston “Se per caso un giorno la follia”, un album sulla “diversità” che è diventato un cult per i collezionisti.
Scrive canzoni per altri artisti tra cui Dori Ghezzi, Iva Zanicchi, Giorgia, Toto Cutugno, Cristiano De André.
Nel 1983 vince come autore il Festival di Sanremo con “Sarà quel che sarà”, cantata da Tiziana Rivale.
Da allora, quasi ogni anno, una sua canzone partecipa al festival per l’interpretazione di Dori Ghezzi, Giorgia Fiorio, New Trolls, Charlye…
Roberto ferri segue corsi di teatro, pantomima, varietà, commedia dell’arte diretti da Antonio Fava allievo di Jacques Lecoq.
Nasce in quel periodo una profonda amicizia con Fabrizio De André con cui collabora (Faccia di Cane, Bella più di me…) e al quale chiede utili consigli.

GLI ANNI 90 
L’associazione italo-francese di Bologna affida a Roberto Ferri il compito di ricordare il decennale della morte di Brassens con alcuni concerti di canzoni francesi. 
Del resto Mina lo aveva ingaggiato dopo averlo sentito cantare la Bohème al Festival di Voci Nuove di Castrocaro.
Roberto Ferri torna alla ribalta con un repertorio di canzoni francesi doc firmate Brel, Aznavour, Piaf, Ferré, Bécaud, Brassens, Vian. 
Nel 1997 con “E dimmi che non vuoi morire”, scritta insieme a Vasco Rossi e Gaetano Curreri e portata al successo da Patty Pravo, Ferri balza in hit parade ottenendo un buon successo di pubblico e di vendita. 
E’ del 1999 la sua canzone “Le donne allungano la vita” interpretata da Fausto Leali e Teo Teocoli.
Sarah Brightman canta “Piano”, la traduzione italiana realizzata da Ferri della canzone “Memory”, tratta dal musical Cats di Andrew Lloyd Webber

OGGI
Nell’estate del 2000 Roberto Ferri partecipa con il suo spettacolo al Festival di Fano “il violino e la selce” per la direzione artistica di Franco Battiato. 
Nella stessa estate si esibisce, come supporter, in “Banda orchestrale”, lo spettacolo che Franco Battiato porta in giro per l’Italia e che avrà un seguito nella stagione successiva.
Partecipa al Festival “Incontri internazionali della musica” di Salerno, dove apre il concerto di Juliette Gréco. 
A Genova, al memorial dedicato a Fabrizio De André, è invitato a dare il proprio contributo accanto a quello dei maggiori cantautori italiani (Celentano, Rossi, Battiato, Ligabue, Mannoia, Jovanotti, Vanoni) e presenta la “Romance De Marinelle”, versione francese de “La canzone di Marinella” che traduce e canta.
Realizza un cd di canzoni francesi classiche e altre di cantautori italiani contemporanei (De André, Battiato, Rossi) che traduce e canta in lingua francese.
Nell’ottobre, novembre e dicembre 2001 è impegnato in un tour di spettacoli, organizzati da associazioni culturali francofone per la difesa della lingua, in Francia, Belgio, Canada, Svizzera e Isole oltreoceano. Propone canzoni di autori francesi in lingua originale e canzoni di autori italiani in lingua francese.
Nel 2002 partecipa a Sanremo ai convegni del Premio Tenco sulla traduzione. Nel 2003 interviene al Festival di Fano nella serata dedicata agli Chansonniers. 
Nell’autunno dello stesso anno la fondazione De André pubblica il cd live del memorial, Faber amico fragile. 
Ferri vi interpreta la Romance de Marinelle, sua versione francese del celeberrimo pezzo di Fabrizio De André.
I mesi passano e Roberto porta in giro per l’italia il suo concerto che prevede un rinnovamento continuo; viene accompagnato dal suo trio jazz diretto da Alessandro Altarocca. Dal punto di vista discografico si presenta sul mercato con ” Marinelle et le chat ” e più recentemente con “Vivo d’arte” e “Se per caso un giorno la follia”, entrambi registrati dal vivo.
Altri artisti incidono sue canzoni : Celentano con Lunfardia (il cui testo viene scritto a 4 mani con F. De Andrè) , Morandi con “La vita insegna a vivere” e “Brucia il cuore”, Alexia canta “Come tu mi vuoi”, dalla trasmissione “Amici” Federico e Giulia cantano “Com’è bello avere 20 anni”. 
Uscirà presto con un nuovo cd live ed un progetto con altri importanti ed interessanti artisti.

DOVE: Piazza C.Battisti

QUANDO: 20 Agosto 2014 – dalle 21.15

Rock Sotto Assedio in concerto

dalle 22.30

DOVE: Piazza C.Battisti

QUANDO: 20 Agosto 2014 – dalle 21.15

I Rocksottoassedio nascono nell’agosto 2003.
Superata l’incertezza nella ricerca del genere musicale da suonare, è emerso con chiarezza che la strada da percorrere fosse quella della cover del mitico Vasco.
Nella loro storia si sono avvicendati vari musicisti di livello internaziole del calibro di William Stravato, fino all’attuale formazione composta da: Luigi La Rocca chitarra ritmica, Claudio Catanzani pianoforte e tastiere, Francesco Barberini basso e cori, Ivan Daniele batteria e Stefano Ciotola chitarra solista, Berta Carbone ai cori e la voce di Gerardo Carbone.
Alcuni di loro, docenti e affermati musicisti, possono vantare partecipazioni in programmi musicali su reti Mediaset, ed esperienze discografiche e da palco ad altissimi livelli. Ma il miglior modo per conoscere questa band è di andare a godere della loro musica.
I loro concerti sono vere e proprie performances in cui si possono ascoltare i brani di Vasco come se fosse lui con il suo gruppo ad eseguirli, riuscendo a ricreare una scena incredibilmente suggestiva.
I Rocksottoassedio rappresentano uno tra i più interessanti gruppi nel panorama delle cover band nazionali, sono in grado di disorientare anche l’orecchio di un pubblico appassionato del grande Vasco Rossi.

 

In diversi concerti hanno avuto come ospiti Andrea Innesto e Claudio Golinelli rispettivamente sax e basso di Vasco.